Dal liceo alla fabbrica. Che storia!

Mi chiamo Maria Sole e frequento l’ultimo anno al liceo classico. Questa estate ho fatto un breve stage in una fabbrica francese che produce semilavorati per compensato. Il mio lavoro era in ufficio e dovevo occuparmi di fare strani calcoli per definire il livello di produttività degli operai.All’inizio tutti in fabbrica mi guardavano male, con sospetto. Ero l’unica italiana e il mio compito non mi rendeva proprio simpatica ai loro occhi.
Notavo che quando arrivavo davanti alla macchinetta del caffè tutti facevano finta di avere qualcosa di urgente da fare e sparivano nel giro di pochi secondi.
Mi sentivo veramente sola e triste.
Un giorno, però, tutto è cambiato.
Ho incontrato al supermercato una ragazza turca che lavorava nella fabbrica. L’ho invitata a prendere un caffè e siamo entrate in confidenza. Mi ha parlato del suo paese, degli amici e dei parenti che aveva lasciato per andare a lavorare in Francia.
Il giorno dopo, sono andata a prendere il caffè alla macchinetta con lei. Da quel momento in poi nessuno è più scappato al mio arrivo.
Con alcuni di loro ci sentiamo ancora via Facebook.

Maria Sole, 19 anni, Liceo classico

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.